Esercizi per Sindrome Femoro-Rotulea

Prima fase

Utilizzo di vincoli

Si applicano dei cerotti per “normalizzare” la posizione della rotula.

Si esegue uno spostamento mediale:
E’ in rapporto alla posizione laterale della rotula.
Posizione in piedi con il ginocchio esteso applicare una striscia di cerotto fissandola per prima all’esterno della rotula e tirando quindi verso l’interno, come da immagine sotto:

Se si vuol annullare il tilt:
E’ in rapporto alla tensione dei retinacoli laterali.
Posizione in piedi con il ginocchio esteso applicare una striscia di cerotto fissandola per prima con una estremità a metà rotula e tirando quindi verso l’interno; attaccando poi la seconda estremità sul primo cerotto coprendolo, vedi immagine:

Per ottenere invece l’annullamento della rotazione:
E’ in rapporto all’asse longitudinale della rotula.
Se l’apice della rotula è spinto fuori, stando in piedi applicare una striscia di cerotto alla metà inferiore della rotula trazionando in alto e all’interno.
Se l’apice della rotula è spinto internamente, stando in piedi applicare una striscia di cerotto alla metà superiore della rotula trazionandola in basso e all’interno come sotto illustrato:

Seconda fase

Stretching

Stretching dei flessori

Paziente in piedi con la gamba sollevata ed il tallone appoggiato sopra un tavolo. Flettere in avanti il busto e cercare di toccare il piede con le mani, come da immagine:

Stretching del quadricipite

Paziente in piedi con il ginocchio flesso. Afferrare la caviglia con la mano dello stesso lato e tirare indietro estendendo l’anca, immagine sotto:

Stretching soleo e gemelli

Paziente appogiato al muro. Con il piede fisso a terra flettere il ginocchio senza alzare il tallone, vedi immagine:

A soleo   B gemelli

Stretching tensore fascia lata

Paziente supino con le spalle a piatto sul lettino. Accavallare la coscia con il ginocchio flesso e spingere il ginocchio verso il pavimento con la mano del lato opposto, come da immagine:

Terza fase

Mobilizzazioni mediali della rotula

Paziente supino con ginocchio flesso di 10°. Il fisioterapista applica le proprie mani sul lato esterno del ginocchio e con i pollici tenuti a piatto sul bordo laterale della rotula la spinge vigorosamente verso l’interno. Eseguire la manovra per 5 min. al giorno come illustrato sotto:

Rinforzo muscolare

Con un peso di 2 Kg. alla caviglia mantenere la gamba in elevazione per 8-10 sec. ed eseguire almeno 2 serie di 10 ripetizioni, pausa di 10 secondi tra una ripetizione e l’altra, immagine sotto:

Estensione massimale della gamba

Con un rotolo sotto il ginocchio che lo mantenga flesso a 30° e un peso alla caviglia di 2 Kg. Estendere completamente l’arto, mantenere la gamba elevata per 5-8 sec. ed eseguire 2 serie di 10 ripetizioni, pausa di 10 secondi tra una ripetizione e l’altra, immagine sotto:

Contrazione simultanea adduttori e vasto mediale

Stando seduti con il ginocchio flesso, contrarre senza spostare la coscia adduttori e contemporaneamente il vasto,  con le dita verificare la contrazione del VMO. Eseguire l’esercizio con il ginocchio flesso da 30°a 90°, come da immagine sotto:

Quarta fase

Contrazione eccentrica del  vasto mediale

Abbassarsi flettendo le ginocchia, con il peso del corpo prevalentemente sull’arto leso. Resistere alla flessione sull’arto leso cercando contemporaneamente di sollevare l’arco interno del piede portando il peso sull’esterno. Con le dita verificare la contrazione del VMO. Eseguire 10 ripetizioni con il ginocchio flesso a 30°-45°-60°-75°. Mantenere la posizione per 10 secondi, poi riabbassare l’arco mediale del piede senza fargli toccare il suolo, riposando per altrettanti 10 secondi, immagine sotto:

Esercizio del ballerino

Assumere la posizione a ginocchia flesse a 40°, anche e piedi ruotati in esterno, sollevare all’interno la pianta del piede cercando l’appoggio con il margine esterno del piede. Mantenere la posizione per 10 secondi e poi rilasciare per 5 secondi. Eseguire il medesimo esercizio con le ginocchia flesse a 70° e 90°. Con le dita verificare la contrazione del VMO, immagine sotto:

Scendere lo scalino

Assumere la posizione in piedi su un gradino alto 15 cm. rimanendo in appoggio sull’arto leso; fingere di scendere con l’arto sano al quale è applicato un peso di 2 Kg. alla caviglia. Senza toccare il suolo ritornare alla posizione di partenza. Concentrarsi per eseguire con coordinazione l’esercizio. Eseguire 2 serie di 10 ripetizioni, immagine sotto:

Esercizio dello sciatore

Assumere la posizione a ginocchia flesse a 40°, tenendo presente i concetti finora espressi, contrarre in maniera selettiva il VMO bilateralmente ed eseguire piegamenti come lo sciatore durante lo slalom. Eseguire 3 serie di 10 ripetizioni ciascuna, vedi immagine sotto:

 

 

Print Friendly, PDF & Email