Lesioni Legamentose del Ginocchio

Il ginocchio

Il ginocchio è un’articolazione complessa, sottoposta a forze che sollecitano più piani, sottoponendo tutte le strutture del ginocchio: ossee, capsulari, meniscali, legamentose e miotendinee a notevoli stress. L’esecuzione scorretta nella coordinazione del gesto atletico, un improvviso sovraccarico funzionale al ginocchio, un contrasto con piede fisso a terra possono generare lesioni acute isolate o ancor peggio associate.

Tra le strutture maggiormente colpite da fatti acuti vi sono sicuramente i menischi. Per ogni ginocchio ve ne sono due, uno detto mediale l’altro laterale, di forma grossolanamente a ferro di cavallo adagiati sulla superficie tibiale dell’articolazione del ginocchio. Essi sono addossati e fusi con la capsula articolare, possiedono una discreta mobilità e deformabilità che consente loro di adattarsi ai mutamenti spaziali che si verificano durante i diversi movimenti articolari; la loro funzione è di stabilizzare il movimento di scivolamento e rotolamento dell’estremità femorale, su una superficie piatta quale è quella della tibia.

Lesione meniscale

Quando una od entrambe queste strutture, per una meccanica articolare alterata dell’atleta, generano forte attrito tra il femore e la tibia vengono contuse o lese, lesioni serie da ricorrere alla chirurgia artroscopica.

Sintomatologia
Il quadro clinico solitamente è dolore acuto, con impossibilità di caricare l’arto colpito;  il ginocchio si presenta gonfio rendendo il dolore più intenso.

Diagnosi e trattamento
La diagnosi di rottura meniscale nella gran parte dei casi indirizza alla chirurgia, solitamente condotta in artroscopia; mediante tale intervento che prevede piccole incisioni si procede a seconda dei casi a riparazione meniscale o più frequentemente a sezione della parte lesa del menisco.
I postumi sono generalmente poco rilevanti ed il recupero assai rapido.

Lesione dei legamenti crociati

I legamenti crociati, anteriore e posteriore, alloggiati all’interno del ginocchio sono tesi tra il femore e la tibia incrociandosi l’un con l’altro; la funzione biomeccanica è di stabilizzare reciprocamente durante il movimento l’articolazione del ginocchio.
Come per i menischi un’anomala energia impressa ai legamenti da movimenti abnormi può causarne una distensione tale da provocarne la rottura parziale o totale.

Sintomatologia
La sintomatologia è simile a quella della rottura meniscale; raramente vi è la rottura di entrambi i legamenti ed è da sottolineare che quello che più frequentemente si danneggia è l’anteriore.
Il grado di lesione e d’instabilità guida la scelta terapeutica. Nelle lesioni complete l’unica soluzione è l’intervento di plastica legamentosa, ovvero della ricostruzione del legamento rotto utilizzando dei segmenti tendinei, semitendinoso, semimembranoso, gragile).

Diagnosi e trattamento
La diagnosi di lesione completa LCA ci indirizza alla chirurgia, solitamente anch’essa condotta in artroscopia. I postumi sono rilevanti ed il recupero delle funzioni avviene con estrema gradualità quindi i i tempi di recupero totale risultano lunghi, la ripresa delle attività sportive avverrà intorno i cinque/sei mesi. Si consiglia l’idrokinesiterapia come inizio trattamento almeno per tre/quattro settimane.

Lesioni dei legamenti collaterali

Oltre ai legamenti crociati esistono altri due legamenti assai importanti per la stabilità del ginocchio: Il legamento collaterale mediale e collaterale laterale. Essi decorrono ai lati del ginocchio, forniscono l’unico sostegno laterale ed il loro compito è di stabilizzare l’articolazione nei movimenti di traslazione laterale .

Tra i due il più frequentemente interessato da lesioni acute è il collaterale mediale che nella maggior parte dei casi subisce lesioni parziali che ben riparano con un’adeguata immobilizzazione. Distinguiamo tre gradi di lesione 1° 2° e 3° grado. Quando la lesione è di 3° grado,  profonda, l’unica soluzione è l’intervento chirurgico.

Lesioni complesse del ginocchio

Nei casi più gravi le lesioni vengono definite complesse quando due o più strutture articolari vengono coinvolte (lesione meniscale e lesione legamentosa sia del crociato anteriore che del collaterale mediale); la soluzione chirurgica diviene indispensabile per restituire stabilità al ginocchio, ma è evidente che vi saranno evidenti postumi del trauma subito ed i tempi di recupero risulteranno assai lunghi.

La triade infausta di “Trillat
Risulta essere la lesione dei legamenti collaterale tibiale e crociato anteriore con lesione associata del menisco mediale.

Print Friendly, PDF & Email